Mamacrowd

Sharing mobility: l’Italia avanza in Europa

23 set 2016

SHARING ECONOMY

sharing-economy

Milano e Torino, secondo un’indagine dell’osservatorio nazionale sulla sharing mobility promosso dal Ministero dell’Ambiente, se la giocano con le migliori capitali europee.
Dai recenti risultati dello studio emerge infatti il crescente sviluppo di bike e car sharing nelle principali città italiane. Ma andiamo con ordine.
Partiamo dalle due ruote, dove per numero di veicoli per superficie, solo Parigi (con 30 bici per km quadrato) supera Milano e Torino, con rispettivamente 26 e 9 due ruote. Dietro alle due città italiane si posizionano invece le altre grandi d’Europa come Londra (6), Madrid (3) e Berlino (2). Molto buoni anche i valori sul numero di stazioni ogni 10 km quadrati: Milano ne ha 14 (con 256 mezzi totali) e Torino 12 (con 92 biciclette). Le cifre italiane vedono, per quanto riguarda le due ruote, una flotta complessiva di 13mila biciclette distribuite in 184 città con una community di oltre 200mila utenti (nel 2015).

Sul fronte delle quattro ruote, il boom nostrano è datato 2013 con il lancio dei servizi car sharing di Car2Go ed Enjoy; in questi tre anni il fenomeno si è sviluppato rapidamente arrivando a coprire 31 città: Milano con 2062 mezzi, Roma con 1450, Torino con 930 e Firenze con 660. Resta molto lontana Parigi, che conta quasi 4mila mezzi, più vicine Londra e Berlino, rispettivamente con 2800 e 2070 veicoli, rimane indietro Madrid con 1020.
Le prestazioni dei grandi centri italiani svettano quando si analizzano i veicoli ogni mille abitanti: Firenze con 17,24 auto, Milano con 15,32 e Torino con 10,44. Parigi, che nelle altre classifiche è saldamente in testa, soccombe arrivando ad un veicolo ogni 1000 cittadini. La faccenda si fa critica invece in termini di densità per km quadrato: in questa caso Milano, la migliore città italiana, conta 11,35 auto, un terzo di quelle a disposizione a Parigi (36,31).

Diverse sono le startup presenti nella nostra piattaforma che operano secondo la filosofia dello sharing, anche se non strettamente legate alla mobilità. Su questi progetti è possibile investire a partire da 100 euro grazie all’offerta di Club Italia Investimenti 2. Da Antlos, la piattaforma per affittare barche e condividere in gruppo attività ed esperienze marine a Gnammo, il primo social network gastronomico che fa incontrare chi ama cucinare con chi ama mangiare. E ancora Le Cicogne, il sistema per trovare in modo veloce e sicuro le babysitter più vicine, e Fubles, il primo soccer network italiano dedicato al calcio giocato.

Chi Siamo

Chi Siamo

Come iniziare

Press

News

Informazioni Societarie

Registro Ufficiale Consob

Arbitro per le controversie finanziarie

L'equity crowdfunding

L'equity crowdfunding

Obblighi del Gestore

Gestione del portale

Investire nel Crowdfunding

Info sulle Offerte

Benefici Fiscali

Verifica di Appropriatezza

Supporto

Supporto

FAQ

Policy conflitti di Interesse

Privacy

Privacy Offerente

Cookies

Termini

Normative

Social media

facebooktwitterinstagramlinkedinyoutube

© 2020 SiamoSoci Srl - P.IVA IT07464370969 - Via Timavo 34, 20124 MI - C.S. € 73.002,82 i.v. - PEC siamosoci@legalmail.it - Iscr. n.8, delib. 19002 del 06/08/14