Mamacrowd

Candida un progetto

Quanto costa una campagna di equity crowdfunding

20 ott 2016

EQUITY CROWDFUNDING

equity-crowdfunding

È uscita la ricerca condotta da Crowd Advisors ed EdiBeez, con il patrocinio dell’Associazione Italiana Equity Crowdfunding, che analizza gli aspetti fondamentali che possono fare di una campagna di crowdfunding un progetto di successo.

Lo studio è stato condotto tra le startup protagoniste di campagne in Italia dal 2013, cioè dall’inizio dell’operatività delle piattaforme: ad oggi sono stati raccolti  raccolti 6,09 milioni di euro ma quale sforzo economico è stato impiegato da parte degli offerenti per impostare le campagne e coinvolgere la crowd on-line e possibili nuovi investitori?
L’analisi si focalizza sulle attività di comunicazione e marketing impiegate, senza dimenticare altri costi accessori relativi al notaio e ad altre commissioni amministrative necessarie.
Questi due aspetti infatti, nella quasi totalità dei casi, vengono esternalizzati, in quanto le startup, soprattutto nelle prime fasi della loro vita, non prevedono figure specializzate all’interno dei propri team.
Vediamo quali sono le indicazioni principali emerse, lasciando successivamente l’approfondimento all’intero report.
L’obiettivo medio di raccolta delle società intervistate è stato di 165 mila euro, delle quali il 39% con obiettivo inferiore a 100 mila; dall’importo raccolto va detratto in media il 6% che corrisponde alla success fee mediamente richiesta dalle piattaforme a titolo di remunerazione.
Per tutte le attività prese in considerazione, si è registrato un tasso di successo maggiore se l’attività è stata affidata a consulenti esterni invece che svolta internamente. Il 38% delle società ha speso in totale per la campagna meno di 3.000 euro e il 31% tra 5 e 10.000 euro (esclusa la success fee dovuta alla piattaforma). Non ci sono però correlazioni dirette tra l’entità della spesa e il successo della campagna
Per quanto riguarda le azioni di comunicazione, il 23% non ha predisposto alcun piano di comunicazione, ma tale lacuna è stata penalizzante: infatti solo il 33% dei progetti ha avuto successo.
Il mezzo di comunicazione privilegiato è stato Facebook (utilizzato nel 100% dei casi), seguito dalle “relazioni personali” (77%) e da LinkedIn (69%).
In conclusione l’importo complessivo di 5-10 mila euro (dichiarato dal 31% delle start-up interpellate) corrisponde al 2,5-5% dei capitali incassati dalle start-up tramite campagne di successo. Da notare tuttavia che un ulteriore 8% di strart-up ha speso oltre 10 mila euro, mentre il 38% delle aziende interpellate ha speso meno di 3 mila euro e tra queste il 15% addirittura meno di mille.

Chi Siamo

Chi Siamo

Come iniziare

Press

News

Informazioni Societarie

Registro Ufficiale Consob

Arbitro per le controversie finanziarie

L'equity crowdfunding

L'equity crowdfunding

Obblighi del Gestore

Gestione del portale

Investire nel Crowdfunding

Info sulle Offerte

Benefici Fiscali

Verifica di Appropriatezza

Regime alternativo intestazione quote

Supporto

Supporto

FAQ

Policy conflitti di Interesse

Privacy

Privacy Offerente

Cookies

Termini

Normative

Social media

facebooktwitterinstagramlinkedinyoutube

© 2020 SiamoSoci Srl - P.IVA IT07464370969 - Via Timavo 34, 20124 MI - C.S. € 73.267,04 i.v. - PEC siamosoci@legalmail.it - Iscr. n.8, delib. 19002 del 06/08/14