StartUp, la serie tv sui Bitcoin

StartUp, la serie tv sui Bitcoin

08 settembre 2016

SERIE TV

BITCOIN

STARTUP

startup-bitcoin

Su Crackle, la piattaforma di streaming di Sony, è uscita StartUp, la serie tv dedicata alla creazione di nuova criptovaluta chiamata Gencoin, con un chiaro riferimento al Bitcoin.
Le prime recensioni di siti generalisti e specializzati non sono entusiasmanti nonostante pare interessante la volontà di proseguire sulla scia di sceneggiature focalizzate sui temi dell’innovazione e delle startup (durante l’estate è andata in onda su Sky Atlantic  la terza stagione di Silicon Valley).
I protagonisti di StartUp sono tre personaggi che tentano di finanziare la realizzazione e diffusione di una criptovaluta, il GenCoin, utilizzando denaro sporco.
Sugli aspetti di contenuto pare evidente il riferimento alle dinamiche del Bitcon: la produzione, per tutelarsi sugli aspetti più tecnici, ha coinvolto Brian Stoeckert, un consulente della Stratis Advisory esperto di management del rischio e riciclaggio di denaro.
La serie è stata girata a Porto Rico ma è ambientata a Miami ed “è nata dal desiderio di esplorare il lato più oscuro delle startup e della comunità hi-tech per infilarsi all’incrocio fra tecnologia e crimine ma anche di diverse culture” ha spiegato il creatore Ben Ketai.
Il giudizio freddo dei primi addetti ai lavori riguardano soprattutto alcuni stereotipi costruiti attorno ai profili dei personaggi (interpretati da Martin Freeman, Adam Brody, Edi Gatteggi tra gli altri) e alle loro attività a cavallo tra innovazione e propositi sovversivi e illegali.
Vi lasciamo con il trailer per iniziare ad entrare nel mood di StartUp.

A proposito di startup, è ancora aperta sulla nostra piattaforma l'offerta di Club Italia Investimenti 2 che propone 64 progetti altamente innovativi: è possibile investire nel Club a partire da 100 euro: nella pagina del progetto disponibili tutti documenti di approfondimento