Nuova exit per gli investitori: Aulab entra in Multiversity

Nuova exit per gli investitori: Aulab entra in Multiversity

29 settembre 2022

EXIT

STARTUP

SUCCESS STORY

È notizia di pochi giorni: un’altra azienda, che ha svolto una raccolta in equity crowdfunding tramite Mamacrowd, ha effettuato una exit, a poco più di un anno dalla fine della campagna. Si tratta di Aulab, che nel maggio 2021 ha raccolto 516 mila € da 87 investitori, superando l’obiettivo massimo di investimento.

Chi è Aulab

Aulab è la prima Coding Factory italiana dedicata all’insegnamento della programmazione web. Fondata nel 2014 da Davide Neve e Giancarlo Valente vede il suo punto di forza nella hackademy, un corso intensivo di 3 mesi che permette di acquisire le competenze necessarie per avviare una carriera nello sviluppo web, anche partendo da zero.

Negli ultimi 4 anni, la società ha visto una crescita esponenziale del fatturato, pari al 100% all’anno. Ha inoltre stretto partnership di grande valore con Glovo, TIM, Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione Rizzoli, Talents Venture e Smartika.

Con più di 1400 studenti formati e un network di oltre 300 hiring partners, Aulab si avvia a diventare una delle community di tech talent più in rapida espansione in Italia. Tutto questo, oltre al valore acquisito a seguito della campagna di equity crowdfunding svolta su Mamacrowd, ha reso l’azienda molto appetibile agli occhi dell’ecosistema Multiversity.

L’acquisizione da parte di Multiversity

Attraverso questo processo di acquisizione Aulab è entrata nell’ecosistema di formazione di Multiversity, controllato dal fondo di private equity CVC Capital Partners e leader italiano nel mercato dell’e-learning con Unipegaso, Unimercatorum, Istituto San Raffaele e l’entità di certificazione Certipass.

L’obiettivo dell’operazione è quello di accelerare la propria strategia di crescita nella formazione digitale e di aggiungere le competenze tech all’interno dell’offerta formativa per rispondere alla carenza di figure professionali IT nel panorama italiano ed europeo.

Il Gruppo Multiversity ha acquisito il 60,61% della startup innovativa, il rimanente 39,39% è detenuto prevalentemente dai founder Davide Neve e Giancarlo Valente che rimarranno nella gestione della Società per valorizzare gli asset presenti e sviluppare, unitamente al Management di Multiversity, le sinergie derivanti dalla metodologia didattica, dalla rete di orientamento, dal marketing e dalle potenziali partnership che il gruppo Multiversity ha già in essere con associazioni ed aziende.

“Entrare nel gruppo Multiversity, leader nella formazione digitale, è un passo importante del percorso di crescita di Aulab” ha dichiarato Davide Neve, CEO di Aulab. “Lavoriamo da sempre per avere un impatto positivo nella vita dei nostri studenti in modo inclusivo e sostenibile e permettere loro di acquisire le competenze e il mindset migliori per affrontare le sfide di un mercato del lavoro in costante evoluzione. Ringraziamo anche gli investitori che ci hanno supportato nel momento di startup del nostro progetto e per aver compreso l’impatto sociale del nostro lavoro”.

Aulab rappresenta il caso di successo di una startup che, anche grazie alla campagna di equity crowdfunding, è riuscita a mostrare il proprio valore, contribuendo anche a un ritorno economico in breve termine per chi ha deciso di credere nelle sue potenzialità.

Vuoi investire su un’azienda di successo?

scopri tutti i progetti