CONTATTA

Felfil

felfil.com/it/   Torino, Italia
Scadenza dell'offerta: 15/03/2017 ID Progetto: 107

L'estrusore di filamento per stampanti 3D che, usando pellet o scarti di stampa, fa risparmiare il 90% di costo e protegge l'ambiente.

Offerta convalidata da investitore professionale: presente
239 %
€ 119.442
59 adesioni totali
€ 100.942
52 adesioni incassate
€ 50.000
obiettivo minimo
€ 500,00
inv. minimo
6,94 %
equity
CHIUSA
  • Profilo
  • Info Finanziarie
  • Commenti
  • Update
  • Documenti
  • Investitori52
  • PERCHÈ INVESTIRE IN FELFIL

    Il mercato delle stampanti 3D in crescita esponenziale
    Nel 2016 saranno spedite circa 496mila unità con una crescita del 103% rispetto al 2015. Il trend raddoppierà ogni anno fino a raggiungere la cifra di 5,6 milioni nel 2019.

    Validazione del prodotto
    Il prodotto principale di Felfil, l'estrusore Felfil Evo, ha già ottenuto una traction da parte del mercato. Sono state preordinate 125 unità in tutto il mondo (di cui 30 già consegnate), per un valore complessivo di circa 55 mila euro.

    Valore e competenza del team
    I founder, dopo la laurea ottenuta in Ecodesign, si sono avvicinati al mondo dei maker e della digital fabrication acquisendo il know how necessario per seguire le fasi di sviluppo e ingegnerizzazione di differenti prodotti.

    Certificazione dell'incubatore
    Felfil fa parte del programma di supporto per startup digitali Treatabit di I3P, Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino.

    PROGETTO

    Felfil nasce nel 2015 con la mission di rendere economicamente ed ecologicamente sostenibile il processo di stampa 3D.
    L’obiettivo di Felfil è quello di seguire la strada della quarta rivoluzione industriale, consentendo a chiunque di produrre autonomamente, con il primo prodotto Felfil Evo, il proprio filamento di stampa avendo a disposizione un piccolissimo laboratorio di prototipazione rapida e minimizzando gli sprechi. Una forma di approccio etico al mondo della stampa 3D con l’obiettivo di creare un circolo virtuoso tra produzione di alta qualità e sostenibilità economica, sociale e ambientale.

    La mission di Felfil è rendere la stampa 3D ecologica ed economica.

    Il progetto Felfil Evo è stato premiato con una campagna di successo sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter, raccogliendo circa 45.000 euro con 102 estrusori preordinati da tutto il mondo e 168 finanziatori.

    FelFil extruder

     

    Felfil concept

    PRODOTTO E SERVIZIO

    Felfil Evo è un estrusore di plastica in grado di produrre il filamento stampabile in 3D a partire da economico pellet industriale o riciclando materiali plastici.
    I modelli sbagliati e le vecchie stampe 3D, ma anche imballaggi e altri scarti del processo di stampa, preventivamente triturati vengono inseriti nell’estrusore generando una bobina riciclata pronta per la stampa di altri prototipi a costo zero per l’utente. Questo processo può essere ripetuto quante volte si vuole e può essere esteso alla maggior parte dei rifiuti plastici (come ad esempio i tappi delle bottigliette di plastica o i flaconi dei detersivi). Utilizzando pellet industriale, invece, uno “stampatore medio” ottiene con Felfil Evo un risparmio fino al 90% rispetto all’acquisto di bobine di filamento plastico.

    Con Felfil si risparmia fino al 90% per ogni kg di materiale stampato.

    Alla convenienza economica si aggiunge quindi la possibilità di ridurre l’impatto ambientale del processo di stampa e rendere indipendenti gli utenti che possono così realizzare il filamento personalizzato per la propria stampa, nella quantità e nel colore desiderato, sperimentando nuovi materiali.

    risparmia sperimenta ricicla open fai da te personalizza

    Quest’ultima possibilità, a costo zero per l’utente, permette di sfruttare vecchie stampe inutilizzate o modelli mal riusciti, ma anche imballaggi e materiali di supporto che generalmente vengono impiegati nel processo di stampa creando filamento da rifiuti plastici (come ad esempio i tappi delle bottigliette di plastica o i flaconi dei detersivi) o da stampe fallite, evitando a monte gli scarti.
    L’obiettivo principale di Felfil è proprio quello di seguire la strada della quarta rivoluzione industriale, consentendo a chiunque di realizzare ciò di cui ha bisogno avendo a disposizione un piccolissimo laboratorio di prototipazione rapida, minimizzando gli sprechi.

    BISOGNO DEL CLIENTE

    Nonostante il grande potenziale che offrono le stampanti 3D, questa tecnologia porta con sé delle criticità. La principale sorge al momento dell’acquisto delle bobine di plastica (la cartuccia delle stampanti 3D), che pur non avendo caratteristiche particolari, al di là della costanza del diametro, presentano un costo molto elevato se confrontato con il pellet comunemente usato dall’industria. Il granulato industriale infatti ha un costo di circa 4€/Kg; la medesima plastica sotto forma di bobina da stampa può costare anche oltre i 60€/kg. Questo comporta per chi utilizza una stampante dei costi elevati e ripetuti nel tempo, allontanando la pratica della stampa 3D dagli ideali di riciclo, ottimizzazione delle risorse e indipendenza che dovrebbero vederla protagonista.
    Durante le sessioni di stampa è quasi inevitabile che si verifichino errori di file, configurazione e taratura che costringono gli utenti ad interrompere la sessione e a gettare i materiali impiegati fino a quel momento. A questo si aggiungono i materiali usati come supporto nel processo di stampa che vengono necessariamente buttati una volta terminato il modello. Tutto ciò si traduce in uno spreco di materiale che grava ulteriormente sull’utente.

     

    costo-materiali-felfil

    TECNOLOGIA E BREVETTO

    Felfil Evo è stato sviluppato come progetto open hardware; la prima versione del prodotto è stata rilasciata con licenza Creative Commons (share alike, not commercial, attribution), i disegni tecnici e le istruzioni sono disponibili liberamente online sul sito github.com.

    funzionamento-felfil

     

    Il principio generale di funzionamento di Felfil Evo è quello degli estrusori industriali. Il materiale selezionato (qualsiasi polimero termoplastico la cui temperatura di fusione non superi i 300°c) viene inserito in una camera di fusione che, scaldata da una resistenza, fonde il materiale che viene quindi spinto da una coclea e fuoriesce da un ugello sotto forma di filamento pronto per la stampa.
    Nello sviluppo del prodotto sono state adottate tecnologie di estrusori professionali industriali: una vite da estrusione studiata ad hoc, una scheda PCB custom per comandare con facilità e sicurezza il motore e un ugello progettato per raffreddare passivamente il filamento, senza l’ausilio di acqua o aria comunemente utilizzate nel processo di estrusione.

    MERCATO E TARGET

    Il mercato delle stampanti 3D sta proseguendo la sua trasformazione da mercato di nicchia a mercato globale con un'ampia base di utenti tra imprese e consumatori. Tutti i dati relativi al mercato della stampa 3D evidenziano e prevedono una crescita esponenziale nel corso dei prossimi anni.
    Gartner sostiene che per la fine del 2016 saranno spedite circa 496mila unità con una crescita del 103% rispetto al 2015, e il trend dovrebbe continuare raddoppiando ogni anno fino a raggiungere la cifra di 5,6 milioni nel 2019.
    A trainare le vendite sono le stampanti 3D FDM, a deposito di materiale (97,5% del totale) anche grazie alla presenza sul mercato di modelli low cost e entry level per le stampanti di questo tipo, disponibili per cifre anche inferiori ai 500€. Il filamento ottenuto con Felfil Evo è destinato ad alimentare quest’ultima fascia di stampanti.

    Felfil opera nel mercato della stampa 3D che nel 2016 crescerà del 103% rispetto al 2015.

    felfil-transparent

    Il target di riferimento di Felfil è costituito da tutti coloro che possiedono una stampante 3D entry level con particolare attenzione ai “maker”, ovvero persone con un forte approccio innovativo a cui piace realizzare piccoli progetti, creare prototipi e sperimentare.
    Sono una comunità internazionale presente in tutto il mondo, solo in America ne sono stati stimati 135 milioni, che condivide informazioni e conoscenze sia attraverso il web sia attraverso veri e propri luoghi fisici, i FabLab o makerspace.
    In italia dal censimento commissionato dalla Fondazione Make in Italy CDB è emerso che nei 70 laboratori mappati la media di utenti registati è 66, mentre circa 26 sono gli utenti attivi per laboratorio. In tutto il mondo si contano circa 1967 makerspace, mentre il numero dei Fablab è circa 713 e sono in contuinua espansione.

    6 milioni stampanti 3D distribuite nel 2020

    CUSTOMER E TRACTION

    I clienti di Felfil si dividono in B2B e B2C.

    makers fablab rivenditori distributori professionisti

    Per testare le potenzialità del prodotto ed effettuare il lancio dello stesso sul mercato, tra ottobre e novembre 2015 è stata lanciata una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Kickstarter.
    I risultati raggiunti sono stati molto positivi: il goal di 30.000€ è stato archiviato con un 149% (44.759€). Circa 20.000 utenti hanno visitato la pagina della campagna e 168 backer hanno contribuito al successo della stessa con 102 estrusori preordinati da tutto il mondo (40% in Europa e 60% nel resto del mondo). I fondi raccolti hanno permesso di realizzare la prima piccola produzione in serie di 150 pezzi che andrà a coprire le prevendite avvenute su Kickstarter.

    kickstarter e Inidegogo Felfil

    Nel mese di marzo 2016 è iniziata la prevendita del prodotto sulla piattaforma Indiegogo. Ad oggi sono stati venduti 23 Felfil Evo, un risultato superiore alla media degli altri prodotti proposti sulla piattaforma.
    Interesse nei riguardi del prodotto è stato mostrato anche da parte dei ricercatori medici di alcuni ospedali italiani, interessati alla sperimentazione coi biopolimeri.

    SALES E MARKETING STRATEGY

    La strategia di comunicazione è stata elaborata sulla base del rapporto psico-emozionale instaurato con la community costituitasi intorno all’azienda durante le campagne di Crowdfunding, che rappresenta il target B2C di Felfil.


    ecommerce felfil evo complete kit 525 euro

    La strategia online è divisa infatti tra l’attività di promozione e vendita dei prodotti, il rafforzamento dei canali Social che giocano un ruolo importante per il viral Marketing e il continuo aggiornamento del Blog, inserito nel sito di Felfil, fondamentale per l’attività di storytelling aziendale che prosegue fin dalla nascita del progetto Felfil Evo.
    Nei prossimi mesi saranno integrati canali di digital marketing come Google Adwords e Facebook Ads.
    Inoltre sono state pianificate attività di marketing offline per raggiungere la fascia B2B dei clienti con la partecipazione a fiere di settore e/o dedicate.

    BUSINESS MODEL

    Felfil Evo verrà venduto in tre diverse modalità, per soddisfare al meglio le necessità degli utenti:

    basic kit complete assembled felfil

    I modelli disponibili sono:

    • Felfil Evo Basic Kit: pensato per i maker più esperti che dovranno completarsi da soli l’estrusore;
    • Felfil Evo Complete Kit: adatto a chi vuole l’estrusore completo ma vuole anche risparmiare e cimentarsi con l’assemblaggio;
    • Felfil Evo Assembled: pronto all’uso per gli utenti meno esperti.

    Un DIY diviso per livelli, che diventa una scelta e non una necessità. La logica con la quale è stato fissato il prezzo è quella di mantenerlo nella fascia low price garantendo al contempo un’alta qualità del prodotto offerto.
    Nel 2017 è previsto un ulteriore ampliamento dell’offerta attraverso la realizzazione e commercializzazione di un trituratore capace di spezzettare gli scarti plastici da inserire all’interno dell’estrusore e l’apertura di uno spazio nello store online per la rivendita di pellet industriale di diversi materiali plastici. Con l’obiettivo di diventare un punto di riferimento per chi vuole dedicarsi al mondo della fabbricazione digitale con un occhio di riguardo alla spesa e all’ambiente.

    COMPETITOR

    Lo scopo progettuale perseguito da Felfil è stato quello di realizzare un macchinario che integrasse soluzioni proprie di estrusori professionali ad un prezzo vantaggioso. Felfil punta a conservare i suoi vantaggi grazie ad un processo di innovazione continua, sviluppando ulteriormente i componenti chiave anche attraverso il confronto con una community attiva di maker, Fablabs e Makerspace.

    competitor felfil velocita tolleranza vite ugello manuntenzione

    PROIEZIONI FINANZIARIE E USO DEI FONDI

    Felfil ha sviluppato le seguenti proiezioni di fatturato e redditività configurando i due scenari differenti di raccolta.

    Gromia ha sviluppato due proiezioni di fatturato e redditività. - See more at: https://mamacrowd.com/projects/106/gromia#sthash.8Ufa3OU4.dpuf
    Gromia ha sviluppato due proiezioni di fatturato e redditività. - See more at: https://mamacrowd.com/projects/106/gromia#sthash.8Ufa3OU4.dpuf

    proiezioni-finanziarie-felfil

     

    distribuzione-investimenti-felfil

    TEAM

    Fabrizio Mesiano
    CEO
    Alessandro Severini
    CTO
    Fabrizio Pasquero
    COO
    Marzia Doro
    Communication Manager
  • Questa sezione è riservata agli utenti registrati

    Per accedere alle info finanziare registrati e accedi

    Registrati o Fai login

  • Commenti disabilitati

    Quest'offerta non è abilitata alla gestione dei commenti.

  • Prolungamento Offerta

    Postato 13/02/2017

    La data di chiusura dell'offerta nr. 107 relativa alla società Felfil Srl, prevista per il 15 febbraio 2017, è stata posticipata al 15 marzo 2017 per permettere la finalizzazione delle operazioni dei numerosi investitori che hanno partecipato, proiettando così la startup verso l'obiettivo massimo della raccolta.  

    La data di chiusura dell'offerta nr 106 relativa alla società Gromia Srl, prevista per il 3 gennaio 2017, è stata posticipata al 31 gennaio 2017. - See more at: https://mamacrowd.com/projects/106/gromia?tab=update#sthash.NMDqiGTW.dpuf
    La data di chiusura dell'offerta nr 106 relativa alla società Gromia Srl, prevista per il 3 gennaio 2017, è stata posticipata al 31 gennaio 2017. - See more at: https://mamacrowd.com/projects/106/gromia?tab=update#sthash.NMDqiGTW.dpuf
    La data di chiusura dell'offerta nr 106 relativa alla società Gromia Srl, prevista per il 3 gennaio 2017, è stata posticipata al 31 gennaio 2017. - See more at: https://mamacrowd.com/projects/106/gromia?tab=update#sthash.NMDqiGTW.dpuf
    La data di chiusura dell'offerta nr 106 relativa alla società Gromia Srl, prevista per il 3 gennaio 2017, è stata posticipata al 31 gennaio 2017. - See more at: https://mamacrowd.com/projects/106/gromia?tab=update#sthash.NMDqiGTW.dpuf

    Raggiunto il 100%, continua ad investire su di noi

    Postato 19/01/2017

    Grazie a ventisette investitori, Felfil ha raggiunto e superato l'obiettivo minimo di raccolta.
    La raccolta non è ancora conclusa: è possibile investire nella società fino al 15 febbraio.

    Con circa un mese d'anticipo, la startup ha raccolto ad oggi oltre 50.000 euro, raggiungendo il 107% di overfunding. Il successo dell'offerta testimonia l'interesse degli investitori per questa società operante nel settore della stampa 3D, che nel 2016 ha registrato una crescita del 103% rispetto al 2015 e il cui trend raddoppierà ogni anno fino a raggiungere la cifra di 5,6 milioni di prodotti venduti nel 2019.

    Grazie ad ulteriori investimenti, fino all'obiettivo massimo di 100mila euro, Felfil potrà accelerare il processo di sviluppo dei prodotti, puntando sulla prototipazione e su soluzioni alternative all'estrusore già prodotto, e avrà più capacità di spesa in marketing per aumentare in modo decisivo la base utenti.

    Ecco perchè è importante continuare a supportare un progetto che ha già ricevuto, prima dell'apertura dell'offerta, la validazione del mercato grazie a una prevendita in tutto il mondo del valore di 55mila euro e che è composto da un team competente con il know how necessario per seguire le fasi di sviluppo e ingegnerizzazione di differenti prodotti.

    Abbiamo superato il 100% della raccolta

    Postato 19/01/2017

    http://www.milanofinanza.it/news/equity-crowdfunding-startup-felfil-raggiunge-101-campagna-raccolta-201701171600001782

    Parlano della nostra campagna...

    Postato 19/11/2016

    Sezione in continuo aggiornamento

  • INVESTITORI

    17/11/2016 15/03/2017

    CAMPAGNA CHIUSA


    alessandro r.

    499,82 €
    09/03/2017

    INVESTITORE

    999,64 €
    09/03/2017

    valter m.

    7.499,98 €
    07/03/2017

    Giuliano P.

    499,82 €
    26/02/2017

    INVESTITORE

    1.000,98 €
    26/02/2017

    Massimo G.

    7.499,98 €
    26/02/2017

    Francesco T.

    499,82 €
    25/02/2017

    Massimiliano P.

    1.449,88 €
    22/02/2017

    Nicola B.

    2.499,77 €
    17/02/2017

    Davide O.

    749,73 €
    16/02/2017

    roberto v.

    1.499,46 €
    15/02/2017

    Maurizio R.

    999,64 €
    15/02/2017

    INVESTITORE

    4.999,54 €
    13/02/2017

    Luca F.

    500,49 €
    13/02/2017

    INVESTITORE

    1.999,95 €
    13/02/2017

    INVESTITORE

    499,82 €
    12/02/2017

    Marco M.

    499,82 €
    11/02/2017

    Ivano G.

    999,64 €
    11/02/2017

    INVESTITORE

    2.999,59 €
    11/02/2017

    Francesco M.

    999,64 €
    10/02/2017

    Alex V.

    699,48 €
    09/02/2017
Le informazioni sull'offerta non sono sottoposte ad approvazione da parte della Consob. L'offerente è l'esclusivo responsabile della completezza e della veridicità dei dati e delle informazioni dallo stesso fornite. Si richiama inoltre l'attenzione dell'investitore che l'investimento, anche indiretto, mediante OICR o società che investono prevalentemente in strumenti finanziari emessi da startup innovative e PMI innovative è illiquido e connotato da un rischio molto alto.
Utilizziamo i cookie per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookie di parti terze. Per saperne di più consulta le nostre Privacy Policy e Cookie Policy, dove potrai anche modificare le tue preferenze di utilizzo dei cookie. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.
OK