Migliorare l'aria che respiriamo con Airlite

Autore: Redazione SiamoSoci

airlite-cover

Airlite è una tecnologia brevettata che purifica l’aria che respiriamo: applicata come una semplice pittura sulle pareti, riduce gli inquinanti e i batteri presenti nell’aria, migliorando la qualità dell’ambiente in cui viviamo.  

SCOPRI LA CAMPAGNA DI AIRLITE

5 brevetti registrati in oltre 30 Paesi, già applicata su più di 1,5 milioni di metri quadrati in 25 paesi e già presente in Italia, Svizzera, UK, Cina, Spagna e Messico: Airlite è una tecnologia unica, sviluppata da AM Technology.

AM Technology conta € 3,5 milioni di fatturato, di cui € 850mila solo nel 1°semestre 2019, e ha stretto partnership con clienti corporate internazionali come Ikea, Autogrill, Enel e Decathlon e con architetti di fama mondiale come Renzo Piano.
Nel 2017 ha realizzato uno stabilimento completamente automatizzato in Svizzera, con una capacità produttiva di 2.500 tonnellate all’anno, pari a € 48 milioni in valore, e interamente alimentato da fonti di energia rinnovabile.
Sulla base di prospect e ordini già in portafoglio,  prevede di raggiungere € 15 milioni di fatturato entro il 2020.

Airlite si inserisce in un mercato enorme, risultato dell’unione di due mercati in grande sviluppo: quello dei purificatori d’aria domestici e industriali e quello delle pitture a basso impatto ambientale, a cui si aggiunge quello del benessere. Un mercato in cui si registrano numerose acquisizioni (M&A) da parte di grandi aziende del settore, con un valore medio delle transazioni di € 40 miliardi all’anno.

Ed è proprio con questi numeri che Airlite mira a diventare leader del settore, partendo dall’Italia.

PARTECIPA ANCHE TU

Utilizziamo i cookie per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookie di parti terze. Per saperne di più consulta le nostre Privacy Policy e Cookie Policy, dove potrai anche modificare le tue preferenze di utilizzo dei cookie. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.
OK