La stampa 3D guida la rivoluzione nelle sale operatorie

Autore: Redazione SiamoSoci

stampa-3d-medics

Il mercato globale dei Dispositivi Medici stampati in 3D è in fortissima crescita, con un CAGR (tasso annuo di crescita) del 18,1% durante il periodo di previsione 2017-2027.
Il mercato dei dispositivi medici 3D in Europa occidentale nel 2017 valeva circa 65 milioni di dollari e il grande trend di crescita lo porterà a un valore di quasi 360 milioni di dollari nel 2027.
I centri ospedalieri creano la domanda maggiore di dispositivi di stampa 3D rispetto ad altri canali, come centri chirurgici ambulatoriali e centri diagnostici. (Fonte: Future Market Insights)

La startup torinese Medics ambisce a rivoluzionare il processo di preparazione di interventi chirurgici complessi abbattendo i costi legati allo studio dell’intervento, alla sua durata e alle problematiche derivanti da infezioni post operatorie ed errori medici dovuti alla mancanza di dati adeguati per il medico. Scopri la campagna che ha già raccolto 600mila euro di adesioni, e che punta al secondo obiettivo di raccolta. 
mercato-dispositivi-medici
La forte crescita del settore è supportata da 4 fattori principali:

  1. L'invecchiamento della popolazione e il correlato aumento delle malattie croniche;
  2. Il bisogno di avere supporti e dispositivi medici totalmente personalizzati;
  3. La necessità di migliori prestazioni;
  4. Urgenza della disponibilità del pezzo. 


I dispositivi e gli impianti medici tridimensionali (3D) sono di fondamentale supporto nell’attività chirurgica, e il loro utilizzo è sempre più diffuso perché la precisione della stampa 3D consente di ottenere degli impianti e dei modelli costruiti interamente sull’anatomia del paziente.
I dispositivi medici 3D rendono possibile la massima accuratezza negli interventi complessi, consentendo anche un risparmio di tempo e di sprechi all’interno della struttura sanitaria, dal momento che riducono l’utilizzo di procedure chirurgiche multi-step e di molteplici attrezzature chirurgiche.
La tecnologia di Medics è rivoluzionaria perché elabora le immagini della diagnostica bidimensionale, come ad esempio quelle di una TAC o di una risonanza magnetica, e le trasforma in modelli e riproduzioni anatomiche tridimensionali certificate, utilizzando le più avanzate tecnologie di image processing e di stampa 3D. Per fare questo, è in grado di trasformare le immagini in modelli 3D in sole 72 ore, con l’obiettivo di installare in ogni ospedale una stampante 3D di altissima precisione.

ricostruzioni-3d-medics

I vantaggi di avere a disposizione in sala operatoria dispositivi medici stampati in 3D sono evidenti, ma dalla stampa 3D si possono ottenere anche riproduzioni anatomiche che hanno un ruolo fondamentale nella delicatissima fase di pianificazione di tutte le attività che precedono l’intervento chirurgico.

Nella pianificazione che precede l’intervento, spesso il medico si trova a lavorare su immagini e modelli bidimensionali. Con i modelli stampati in 3D, invece, il chirurgo può preparare al meglio l’intervento, aumentando la precisione degli interventi complessi e garantendo al paziente un trattamento su misura.

Lunedì 10 dicembre alle ore 18:00 Andrea Andolfi, CEO & Founder di Medics, presenterà in diretta la società: un'occasione unica per porre domande sull'azienda e avere maggiori informazioni sull'investimento online > prenota il tuo posto al webinar

webinar-medics

La campagna ha raggiunto in pochissimo tempo il primo obiettivo di raccolta, 600mila euro, e punta ora al secondo: scoprila e investi

Utilizziamo i cookie per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookie di parti terze. Per saperne di più consulta le nostre Privacy Policy e Cookie Policy, dove potrai anche modificare le tue preferenze di utilizzo dei cookie. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.
OK